follow us

Dott. Pietro Maurizio La Porta

Specialista in Reumatologia - Perfezionato in Ecografia  Clinica e Muscoloscheletrica

    REUMATOLOGO ONLINE   

       Salute & Benessere

        a portata di click

    REUMATOLOGO ONLINE   

       Salute & Benessere

        a portata di click

    REUMATOLOGO ONLINE   

       Salute & Benessere

        a portata di click

    REUMATOLOGO ONLINE   

       Salute & Benessere

        a portata di click



Le MR si possono manifestare in maniera diversa; possono iniziare lentamente o esplodere improvvisamente. I principali sintomi d’allarme sono:

- Dolore articolare: rappresenta il sintomo più frequente; può interessare tutte le articolazioni e associarsi a gonfiore, rossore, calore e limitazione del movimento a carico dell’articolazione interessata; il coinvolgimento articolare può essere simmetrico (bilaterale) o asimmetrico (monolaterale); possono essere coinvolte poche (oligoarticolare) o molte (più di tre) articolazioni (poliarticolare);

- Rigidità articolare, prevalentemente al risveglio e di durata variabile, con difficoltà ad espletare le normali attività mattutine (vestirsi, lavarsi, fare il caffè, allacciarsi le scarpe, etc…);

- Noduli cutanei localizzati prevalentemente sulle superfici articolari;

- Lombalgia (mal di schiena), con o senza irradiazione del dolore agli arti inferiori (sciatalgia); dolore lombare notturno;

- Parestesie (formicolio – intorpidimento) agli arti;

- Glutalgia (dolore ai glutei) e coxalgia (dolore alle anche);

- Dolore muscolare: possono essere interessati i muscoli degli arti superiori ed inferiori;

- Sintomi sistemici: febbre, astenia marcata (stanchezza), perdita di peso, difficoltà a respirare (dispnea), etc…

- Manifestazioni oculari: congiuntivite (occhio rosso), sensazione di “sabbia negli occhi” (xeroftalmia), etc…

- Manifestazioni a carico delle mucose: arrossamento delle mucose, sensazione di bocca asciutta (xerostomia), afte orali, secchezza vaginale, mucositi, etc…

- Manifestazioni cutanee: rush, eritemi, petecchie, noduli sottocutanei, alopecia, ulcere cutanee, sclerosi (indurimento) della pelle, etc…

- Acrocianosi e fenomeno di Raynaud (variazione del colore delle mani con l’esposizione alle basse temperature;

- Coinvolgimento dell’apparato cardiovascolare (scompenso cardiaco, valvulopatìe, aortite, vasculite, aritmie, etc…);

- Coinvolgimento dell’apparato respiratorio: broncopatia cronica, fibrosi polmonare, asma, etc…

- Coinvolgimento dell’apparato urinario: insufficienza renale, etc…

- Coinvolgimento del SN centrale e periferico: neuropatia periferica, psicosi, etc…

Da questo elenco si evince come possono essere coinvolti tutti gli organi ed apparati, motivo per cui le MR non possono essere considerate come “semplici” malattie delle ossa, ma devono essere inquadrate come malattie sistemiche di interesse internistico. Come prima accennato, molte di esse possono portare all’invalidità permanente, mentre altre possono mettere a rischio la stessa vita del paziente.