follow us

Dott. Pietro Maurizio La Porta

Specialista in Reumatologia - Perfezionato in Ecografia  Clinica e Muscoloscheletrica

    REUMATOLOGO ONLINE   

       Salute & Benessere

        a portata di click

    REUMATOLOGO ONLINE   

       Salute & Benessere

        a portata di click

    REUMATOLOGO ONLINE   

       Salute & Benessere

        a portata di click

    REUMATOLOGO ONLINE   

       Salute & Benessere

        a portata di click



Colpisce prevalentemente soggetti di età superiore ai 60 anni, prevalentemente donne. Tuttavia in condizioni particolari può manifestarsi a qualunque età. Generalmente si dice che l’osteoporosi colpisce una donna su tre ed un uomo su otto dopo i 60 anni. Negli USA si calcola che più di 20 milioni di persone sia colpito da questa patologia. Tuttavia i dati epidemiologici riguardano essenzialmente le fratture e non la semplice presenza della malattia. Secondo il rapporto europeo sull’osteoporosi in Europa il 40% delle donne e il 13% degli uomini che oggi hanno 50 anni avrà nel resto della vita almeno una frattura da fragilità ossea. Nei prossimi 50 anni, in Europa, il numero totale di fratture di femore che oggi è intorno alle 414.000 all’anno, arriverà a 970.000 all’anno. Spesso le fratture da osteoporosi si ripetono nel tempo; si calcola che le fratture di femore si ripetono nel 14% delle donne e quelle di polso nel 10%; inoltre il 25% dei casi presenta fratture vertebrali multiple. Il numero così elevato di fratture incide sulla spesa sanitaria: in Europa ogni anno si spendono circa 3,5 miliardi di euro solo per le fratture di femore! In Italia tale spessa si aggira intorno ai 600.000 milioni di euro\anno. Inoltre la presenza di fratture incide sulla qualità di vita dei pazienti: il 20% dei soggetti con fratture non riacquista più la capacità di camminare, il 10-15% non è più in grado di uscire da solo di casa e il 45% non è più completamente autosufficiente. Infine le fratture sono spesso causa di inabilità e dolore cronico e le frequenti recidive possono in pochi anni portare la qualità di vita dei pazienti verso un drammatico degrado.