Blog

16 luglio 2019

Artrosi del ginocchio e cellule staminali

L’artrosi del ginocchio è molto frequente nei soggetti ultra cinquantenni.

Il trapianto di cellule mesenchimali nell’artrosi di ginocchio, è una tecnica innovativa ma già praticata da alcuni anni con risultati straordinari.

Le cellule staminali mesenchimali sono cellule immature e indifferenziate prelevate dal grasso del paziente e accuratamente trattate; vengono infiltrate nel ginocchio del paziente stesso, o in qualunque altra articolazione artrosica. Grazie alla loro azione fortemente antinfiammatoria, antidegenerativa e di stimolazione della produzione di cartilagine, rallentano la progressione dell’artrosi  riducendo al minimo il rischio di intervento di artroprotesi.

Il trattamento con le cellule staminali mesenchimali è una procedura semplice che può essere eseguita anche in ambulatorio; avviene in 3 fasi:  

  1. anestesia locale
  2. prelievo di grasso dall’addome tramite  microincisione e mediante ago lungo e sottile; il grasso prelevato viene preparato in una siringa al cui interno sono presenti microsfere di metallo che inducono la microframmentazione del grasso, separando le cellule mesenchimali intatte dal prodotto di scarto
  3. infiltrazione nel ginocchio  delle cellule staminali mesenchimali, che iniziano a sviluppare il loro effetto antinfiammatorio, antidegenerativo e di stimolazione della cartilagine.

È sufficiente una somministrazione unica.

Una volta terminate le infiltrazioni, il paziente può camminare senza l’ausilio di stampelle e già dopo mezz’ora può tornare a casa. Non ci sono particolari restrizioni  anche se è consigliato evitare carichi ed eccessiva attività fisica nei giorni successivi. Pochi e modesti sono gli effetti collaterali: dolore e gonfiore dell’articolazione per qualche giorno.

Senza categoria
About pietro

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *